CHIEDOEMANGIOCHIEDOEMANGIO
Risposta
I prodotti biologici vegetali sono piĆ¹ sicuri?

In teoria sì, in pratica non è sempre vero.

Nelle culture biologiche non si utilizzano sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere). Alla difesa delle colture si provvede selezionando specie resistenti alle malattie e con tecniche di coltivazione appropriate. I prodotti ammessi sono di origine naturale e tra i più comuni ci sono zolfo e rame (l'uso di questo minerale è oggetto da tempo di un vivace dibattito), estratti vegetali, microrganismi e insetti utili che limitano la diffusione delle patologie e degli insetti nocivi per le colture. Invece, i prodotti ortofrutticoli dell'agricoltura convenzionale possono contenere residui dei prodotti chimici usati lecitamente per la loro produzione e conservazione e per i quali la legge fissa i limiti massimi di utilizzo e di residuo sui prodotti.
I prodotti biologici normalmente non contengono residui di prodotti chimici di sintesi. Anche quando si verifichino contaminazioni accidentali da colture non biologiche vicine, queste sono entro limiti pari a 10 o 100 volte inferiori a quanto stabilito dalla legge. Non mancano, naturalmente, casi di positività correlati a comportamenti scorretti dei coltivatori, che sono però sorvegliati dal vigile occhio della legge.

Homepage